Archivi tag: passato

108 foto

5 febbraio

 

Qualche tempo fa, 16 gennaio, ho pensato che l’inverno se ne stava andando, ho un problema con gli addii, con tutto quello che non sarà più, è anche vero che in cambio sarebbe arrivata la primavera. Per me la primavera sono le grandi classiche di ciclismo e l’allergia, che non è un modo dislessico di dire allegria. Stavo davanti agli alberi rinsecchiti e non riuscivo a capire certe cose del mondo e del futuro e ho pensato che se facevo una foto tutti i giorni avrei chiuso il tempo dentro un trucco, così che non sarebbero mai potuti diventare rigogliosamente verdi come vuole la stagione. Il 5 febbraio ha nevicato, e questa è la foto, e tutto era tranquillo, davvero pensavo che l’inverno sarebbe stata l’unica stagione per quest’anno. Mi piaceva vedere come cambiava il cielo ogni giorno. Poi tutto è diventato verde in modo improvviso, quasi che non ci si potesse credere. Per convincermene ho messo tutte le foto su flickr, dove si può vedere benissimo come la natura è violenta. Impietosa. E il 3 maggio ho smesso di fare foto, perché ho capito che non c’era più niente da fare.

Qui le foto

Annunci

fantasmi

riavvolgimento rapido

La notte scorsa cercando di capire chi sono, in una di quelle ricerche che si fanno perché non si ha voglia di andare a dormire e ci si abbandona inestricabilmente all’oscurità di google, ho trovato questo che vedete qua sopra. Un fantasma del mio passato in vendita su ebay. Quasi mi viene voglia di comprarlo, se non fosse che 30 euro spedizione compresa mi sembra un po’ troppo per un libro seppur straordinario, ma dal prezzo di copertina di 8.000 lire. Dal momento che nel frattempo non sono morto e non mi hanno dato ancora nessun nobel, mi viene da pensare che la differente quotazione non sia tanto dovuta al suo rinnovato apprezzamento artistico bensì al  valore storico dell’oggetto, in pratica antiquariato. E non è così bello sentirsi un pezzo d’antiquariato. Perlopiù in vendita su ebay. Ecco allora un altro buon motivo per continuare a seguire il mio blog, quelle poesie che ci sono lì le sto mettendo un po’ alla volta qua, gratis. Le trovate nella sezione lento riavvolgimento. Resta comunque che fa una certa impressione ritrovare così nel cuore della notte un pezzo del tuo passato in vendita su ebay. Poi ho scoperto anche che un’altra copia è ospitata alla gloriosa e storica biblioteca nazionale braidense, e questo è già meglio. Fa sempre impressione, ma concilia di più il sonno. Siccome è a brera, un giorno passerò a dargli una spolveratina. Sì, dare un’affettuosa spolveratina a un pezzo del tuo passato è senz’altro meglio. Aiuta a non sopravvalutare il presente. E chissà quante cose scoprirò ancora se insisto a non dormire la notte.

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: