frames 6. pecore

Stavo andando ad un matrimonio quando la macchina passa davanti a un prato con una decina di pecore raggruppate nel mezzo e un cane che gira loro intorno abbaiando. C’era anche un uomo con un bastone che rincorreva il cane. Allora dico alla macchina di fermarsi e tornare indietro perché volevo osservare meglio la scena. C’era l’uomo col bastone che indicava al cane dove andare, e il cane si affannava avanti indietro. Poi c’erano le pecore che erano legate tra loro, e un altro uomo che le guidava da una parte all’altra del prato. Così, solo per esercizio. Uno spettacolo meraviglioso, tanto più che ero vestito giusto giusto per stare lì a guardare e divertirmi.  Anch’io però non dovevo essere male perché il cane si fermò improvvisamente, e dopo avermi scrutato un po’ da lontano corse verso di me. L’addestratore mi intimò di andarmene, non vede che mi distrae il cane, disse. Anche le pecore nel frattempo tiravano per venire verso di me, e l’uomo che le teneva faceva fatica a trattenerle. Se ne vada, se ne vada! Mortificato tornai verso la macchina, sempre con il cane che mi annusava e le pecore che si sgolavano ormai, chissà forse per dirmi di non lasciarle sole.  Insomma  finì che mi ritrovai sulla macchina, e io me ne volevo anche andare, ma il cane era riuscito clandestinamente a prendere posto sul sedile posteriore ed era molto interessato alla mia cravatta. Risposi al telefono, più che altro perché smettesse di suonare. Sai la novità? Non si sposano più, così all’ultimo momento, è una cosa incredibile. Per la verità non mi sembrava molto più incredibile che stare lì in macchina assediato da una dozzina di pecore ululanti con un cane che mi leccava la cravatta. Feci scorrere il tettuccio e sbucai fuori con il mio bel vestito nuovo sbraitando all’indirizzo degli addestratori che se ne stavano sotto un albero privi di iniziative. Fate qualcosa! Per contro allargarono le braccia, e dopo avermi osservato con fare dubbioso per qualche secondo aggiunsero, te la sei cercata. Era vero, forse avevano anche ragione, ma io incalzai, che addestratori siete, che vi lasciate addestrare dalle pecore. Non credo colsero il mio sottile intento provocatorio perché la loro reazione fu di continuare a guardarmi da lontano come se fossi una delle tante pecore con un vestito da cerimonia addosso. Mi rassegnai rientrando nell’abitacolo, avevo capito, bisognava aspettare che le pecore si stancassero, e dall’espressione dei loro musi schiacciati sui finestrini non si poteva pensare sarebbe stato tanto presto.  Nell’attesa guardai le nuvole che si muovevano nel cielo ventoso. Quando si dice cielo a pecorelle… mi slacciai la cravatta e accontentai  il cane. Chissà chi me l’aveva regalata. Ci pensai su un po’ desistendo subito perché sentivo approssimarsi all’orizzonte ricordi tristi. Chi mai avrebbe potuto regalarmi una cravatta verde smeraldo  senza poi abbandonarmi amaramente ai miei rimpianti? Guardai meglio il disegno, e quelle che mi erano sempre parse niente più che piccole indefinite sagome scure si rivelarono essere pecore.  Feci un giro con la testa come per cercare un pensiero che mi sfuggiva, e vidi che il prato non era più solo. Una sposa lo attraversava, in una corsa silente che sembrava fumo.  Mi aspettavo di vederla cadere da un momento all’altro, finché cadde. Gli addestratori accorsero e l’aiutarono a rialzarsi. Bianca e sporca di fango si allontanò sul fondo smeraldo. Come in un corteo nuziale le pecore la seguivano. Io guardai il cane, e lui guardava me.

Annunci

Informazioni su massimobettini

Ho aperto un blog per dimostrarmi che un blog non serve a niente, quindi cercherò di gestirlo nel peggior modo possibile, evitando accuratamente tutte le buone regole per un blog di successo. Conto di riuscirci. Il mio motto è, posto ma non mi sposto. Vedi tutti gli articoli di massimobettini

9 responses to “frames 6. pecore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: